Carrello
Prodotto Prodotti (0) (vuoto)

Nessun prodotto

To be determined Spedizione
$0.00 Totale

Pagamento

Joseph Perrier Champagne Tout de Blancs Magnum

$141.31

Disponibilità: Disponibile

Resta solo 5 prodotto in magazzino


Una firma prodotta in soli 1.500 magnum, tutti numerati.

- +

È uno champagne Extra Brut ottenuto esclusivamente da uve Chardonnay al 100%, esclusivamente dell'annata 2014.

Tout de Blanc è l'ultima creazione dello Champagne Joseph Perrier, nata dalla collaborazione tra Benjamin Fourmon, amministratore delegato di Joseph Perrier e la sua amica, l'artista Lauren Collin.

Questa eccezionale cuvée è prodotta in soli 1.500 magnum, appositamente studiati e tutti numerati.

Le bottiglie vengono conservate in cantina, coricate al riparo dalla luce e dai rumori per un invecchiamento ottimale con successive degustazioni al fine di misurare l'evoluzione qualitativa di questa cuvée fino a raggiungere il suo apice.

Al naso e al palato: Il bouquet è seducente con i suoi aromi di frutti bianchi, pesche, nettarine, frutti esotici e delicate note floreali e speziate nell'aria.

Al palato presenta una bella tensione e annuncia un vino complesso su note di pesca e agrumi come pompelmo della Florida o clementina corsa, mentre la mineralità del terroir si esprime gradualmente.

Bella lunghezza sul finale per questa elegante cuvée che si sposerà a meraviglia con gli abbinamenti gourmet più raffinati, come una crostata di fragole selvatiche o un sorbetto al limone di Mentone con un pizzico di Limoncello.

Da servire tra i 10-12°C per rivelare i suoi sottili sentori di fiori primaverili.

Formato : 1500ml
Grado alcolico : 12°
Appellation : Champagne
Cepages : 52 % Chardonnay, 48% Pinot Noir
Qualità : Extra Brut

La Maison Joseph Perrier, creata nel 1825, si trova, come in passato, ancora a Chalons en Champagne. A tutt'oggi è gestito da una quinta generazione.

La casa quindi lavora le sue vigne da quasi 195 anni. Attualmente possiede 21 ettari, vinifica i suoi vini e le annate per le annate migliori.

I suoi vini invecchiano in cantine scavate su un livello nel gesso e alcune risalgono al periodo gallo-romano, quando il poeta Aquitania Ausone già celebrava la vite e quando l'imperatore Probo concesse a Gaulle il diritto di piantare viti. Queste cantine che si estendono per circa 3 chilometri e che sovrastano la casa sono forate da lucernari tipo essenze dotate ai loro piedi di un riflettore inclinato che riflette la luce nelle gallerie.

5 1

Le migliori vendite che anche i clienti hanno apprezzato